Fanghi di depurazione: convertito in legge n. 130/2018 il D.L. n. 109/2018

(a cura dello Studio Librici)

Con l’art. 41del D.L. 28 settembre 2018, n. 109convertito in legge n. 130/2018, pubblicata nella G.U.R.I. n.269 del19-11-2018 e contenente“disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze”,vengono dettate anchedisposizioni urgenti sulla gestione dei fanghi di depurazione,al fine di superare le criticità determinatesi per il loro utilizzo in agricoltura ai sensi del D. Lgs. n. 99/92, a seguito delle decisioni della Giustizia penale e della Giustizia amministrativa nei confronti delle ordinanze emanate da varie regioni.

La norma, in attesa di una revisione organica del D. Lgs. n. 99/92, individuava originariamente - nell’art.41 del  D.L. 109 - esclusivamente i limiti di cui alla tab. I B dello stesso decreto legislativo per l’utilizzo dei fanghi di depurazione in agricoltura ad eccezione degli idrocarburi non volatili (C10-C50) – indicati - che non devono superare il valore limite di 1000 mg/kg sul tal quale. Valore che si intende comunque rispettato se la ricerca dei marker di cancerogenicità dà valori inferiori a quelli definiti nella nota L all. VI reg. CE n. 1272/2008, come specificato nel parere dell’Istituto superiore di sanità  ISS prot. 35565/2006 e s.m.i.. Tale specifica necessiterebbe, però, di ulteriori precisazioni considerato che la citata nota L fa riferimento al limite del 3% di estratto di dimetilsolfossido (Dmso) sulla frazione idrocarburica determinato con il metodo IP 346, mentre il parere dell’ISS fa riferimento ai limiti specifici degli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) presenti nel fango determinati con un metodo diverso dal metodo IP 346, in quanto questo non è applicabile alla determinazione degli IPA nella massa fangosa.

Con la legge di conversione vengono aggiunti alla suddetta tab. I B ulteriori limiti per altre  sostanze pericolose, indicati nel quadro sottostante e messi a confronto con i limiti di soglia di contaminazione (CSC) previsti dal D. Lgs. n. 152/06 per i siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale e per i siti ad uso commerciale e industriale.

Il confronto evidenzia come i limiti prescritti per i fanghi, siano in generale superiori ai valori di soglia di contaminazione previsti per i siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale - validi anche per il suolo agricolo in mancanza del regolamento di cui all’art. 241 del D. Lgs. n. 152/06 - ad eccezione di IPA, inferiore, e berillio, arsenico e cromo VI, equivalenti.

Ora, tenuto conto che detti valori di soglia di contaminazione per i siti ad uso verde pubblico  costituiscono anche i limiti di riferimento per l’utilizzo delle terre e rocce da scavo in aree agricole ai sensi del D.P.R. n. 120/17, pure in quantità minime, inferiori ai quantitativi previsti dal d. Lgs. n. 99/92 per l’utilizzo dei fanghi in agricoltura, sarebbe opportuno rendere coerenti i limiti per l’utilizzo dei fanghi in agricoltura, decisi con la succitata legge conversione, con i valori di soglia di contaminazione per i siti ad uso verde pubblico, residenziale ed agricolo al fine di evitare una incomprensibile difformità di valutazione nell’utilizzo, di fatto equivalente, di fanghi e di terre da scavo per l’ammendamento od il miglioramento del suolo agricolo.

parametri valori di soglia di contaminazione D. Lgs. 152/06 all. V tab. 1 col. A -  verde pubblico, privato e residenziale valori fanghi D.L. n. 109/18 convertito in L. 130/18 valori soglia di contaminazione D. Lgs. 152/06 all. V tab. 1 col. B commerciale e industriale
Idrocarburi (C10-C40) ≤ 50 mg/kg s.s. ≤ 1000 mg/kg t.q. ≤ 750 mg/kg s.s.
Idrocarburi pol. Ar.(IPA) sommatoria ≤ 10 mg/kg s.s. ≤ 6 mg/kg s.s. ≤ 100 mg/kg s.s.

(PCDD/PCDF)+ PCB  DL (diossina simili)

≤ 10 ng/kg s.s. T.E. ≤ 25 ng/kg s.s. T.E. ≤ 100 ng/kg s.s. T.E.
PCB ≤ 0,06 mg/kg s.s. ≤ 0,8 mg/kg s.s. ≤ 5 mg/kg s.s.
Toluene ≤ 5 mg/kg s.s. ≤ 100 mg/kg s.s. ≤ 50 mg/kg s.s.
Selenio ≤ 3 mg/kg s.s. ≤ 10 mg/kg s.s. ≤ 15 mg/kg s.s.
Berillio ≤ 2 mg/kg s.s. ≤ 2 mg/kg s.s. ≤ 10 mg/kg s.s.
Arsenico* ≤ 20 mg/kg s.s. < 20 mg/kg s.s. ≤ 50 mg/kg s.s.
Cromo totale* ≤ 150 mg/kg s.s. < 200 mg/kg s.s. ≤ 800 mg/kg s.s.
Cromo VI* ≤ 2 mg/kg s.s. < 2 mg/kg s.s. ≤ 15 mg/kg s.s.

* la legge di conversione n.130/2018 indica  per questi parametri il segno di minore (<) e non di minore o uguale (≤) come per gli altri parametri relativi ai fanghi, verosimilmente per un mero errore di scrittura.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, Se vuoi saperne di più clicca su approfondisci, clicca su ok, presti il consenso all'uso di tutti i cookie